Città e disabili oggi

divieto Empoli 7 giugno 2013 – Massimiliano Guidi, Pres. dell’Associazione Disabili Empolese, riportava all’attenzione pubblica i bisogni e i diritti delle persone disabili: «Il Comune non ascolta le nostre richieste».
Clicca qui per continuare a leggere l’articolo

Tutto questo perchè a quei giorni l’associazione ADE chiedeva più parcheggi riservati ai disabili in prossimità del centro e la modifica della disposizione di  panchine e fioriere da inserire nel giro d’Empoli. A tal proposito fu presentata una mappa al personale del Comune e alla Polizia Municipale in cui si evidenziavano la scarsità dei parcheggi e gli ostacoli che la nuova urbanizzazione avrebbe rappresentato.

Oggi, alle porte delle nuove elezioni comunali, l’associazione ADE si augura che le questioni sociali vengano aperte e dibattute con chi rappresenta determinate realtà affinchè si tasti il polso di un tessuto sociale forte ma molto spesso scomodo.
Convinti che le cose possono cambiare, l’associazione si farà promotrice di tutti coloro che ci aiuteranno a buttar giù barriere architettoniche e non, sostenendo per esempio quelle attività commerciali che metteranno una pedana sullo scalino d’entrata per permettere l’accesso autonomo del disabile.

Share Button